POSIZIONE
Via J. A. Spataro 17/A- 97100 Ragusa
ORE LAVORATIVE
8.00 - 18.00

Shop

Metodi e tecniche di insegnamento – Etica della comunicazione – Corso con iscrizione e fruizione gratuite.

0,00

Descrizione

Organizzato e certificato da SO.GE.S, ente accreditato al Miur (Società del gruppo Orizzonte Scuola), in collaborazione con Orizzonte Scuola Formazione

L’iscrizione e la fruizione del corso sono gratuite.

Al termine delle video lezioni, dopo aver superato il test di apprendimento, è possibile richiedere la certificazione riconosciuta dal MIUR valida per il riconoscimento dell’aggiornamento dei docenti (come da direttiva ministeriale 170/2016), al prezzo di 79 euro.
Laddove non interessati all’acquisto della certificazione è possibile comunque continuare ad accedere gratuitamente al corso e avere la possibilità di visionare i contenuti per 150 giorni dal primo accesso.

Titolo dell’iniziativa formativa: Metodi e tecniche di insegnamento – Etica della comunicazione

Formatore: Antonio Fundarò

Tipologia iniziativa formativa

  • Online

Presentazione dell’iniziativa formativa

Il corso consente di acquisire quelle competenze necessarie per comprendere le dinamiche che sottendono alla comunicazione etica. L’etica della comunicazione rappresenta la risposta laica ai bisogni della società contemporanea, consapevole di dover ricercare in se stessa soluzioni condivise a problemi comuni, nello spirito di una civile convivenza. Imprescindibile presupposto è la sussistenza di una rete sociale costituita da cittadini liberi di determinare le proprie scelte e responsabili dei propri atti. Libertà e responsabilità sono infatti concetti cardine nell’ottica di una comunicazione fondata sul dialogo e dunque eticamente orientata; costituiscono i fondamenti e definiscono le condizioni per un confronto autentico, improntato alla veridicità e al reciproco ascolto, in cui gli interlocutori argomentino le soggettive convinzioni senza strumentalità né volontà di imporre il proprio punto di vista; pronti, al contrario, a riconsiderare il personale assunto in ragione di quanto acclarato nell’ambito discorsivo.
L’etica nella comunicazione si esercita laddove si definisce uno spazio pubblico di confronto in cui ciascun dialogante possa manifestare liberamente le proprie tesi, valutandone altresì responsabilmente le prevedibili implicazioni.
Proprio l’esercizio del libero arbitrio è garanzia che i convincimenti individuali – che orientano le scelte e danno impulso all’azione – siano autonomamente ponderati e non eteronoma mente imposti; e proprio tale presupposto costituisce condizione di imputabilità, requisito sulla base del quale ciascuno può lecitamente essere chiamato a rispondere della propria condotta.
Responsabilità, d’altra parte, significa cosciente e matura assunzione in carico di ciò che consegue alle proprie autonome e incondizionate (in quanto libere) scelte.
Libertà e responsabilità sono, dunque, condizioni imprescindibili per un’interlocuzione propriamente etica.

Ambiti specifici dell’iniziativa formativa

  • Bisogni individuali del docente
  • Promozione consapevolezza del proprio sapere e autonomia nell’operare con il proprio sapere

Ambiti trasversali dell’iniziativa formativa

  • Didattica e metodologie nelle competenze di base
  • Didattica per competenze e competenze trasversali

Destinatari

  • Docenti scuola infanzia
  • Docenti scuola primaria
  • Docenti scuola secondaria di I grado
  • Docenti scuola secondaria di II grado

Obiettivi dell’iniziativa formativa

L’ambiente di apprendimento mutato impone una riconsiderazione dei modelli di insegnamento:

  1. metodi e tecniche di insegnamento;
  2. metodi e tecniche di comunicazione.

Programma sintetico dell’iniziativa formativa

 Durante il corso ci si domanderà che cosa sia l’etica e in che termini si riconnetta alla morale. A partire dalla chiarificazione di questo interrogativo teorico di base e dalla considerazione della sua pregnanza, in riferimento alle modalità di relazione sociale, si cercherà di definire la specificità disciplinare e il significato più ampio dell’Etica della comunicazione.
Di essa si valuteranno i peculiari effetti nei differenti ambiti dell’agire comunicativo, dai quotidiani scambi interpersonali alle plurime e articolate relazioni in settori e contesti professionali.
Secondo la prospettiva della comunicazione, si analizzeranno i nodi etici relativi alla scuola e all’università e, seppur brevemente, all’impresa e al contesto ambientale.

Programma delle lezioni:

  • Modulo introduttivo
  • Il problema della libertà e della responsabilità
  • La riflessione etica nella storia del pensiero filosofico
  • Possibilità e scelte, il senso della vita
  • Linguaggio e linguaggi, le forme della comunicazione
  • La definizione di uno spazio comune di confronto: l’etica della comunicazione
  • La riflessione contemporanea e l’etica del dialogo

Anno Svolgimento:2020

Tracciamento 25 ore, il tracciamento include la fase di auto apprendimento

Metodologie: E-learning

Materiali e tecnologie usati

  • PC
  • Slide
  • Video
  • Dispense

Tipologie verifiche finali

  • Questionario a risposte aperte
  • Test a risposta multipla

Didattiche collaborative e costruttive

  • Metodologie: project-based learning, cooperative learning, peer teaching e peer tutoring, mentoring, learning by doing, flipped classroom, didattica attiva
  • Ambienti di apprendimento formali e informali
  • Rubriche valutative

Articolazione dell’iniziativa formativa

La presente iniziativa formativa vuole sostenere il docente nella profilatura del proprio bisogno formativo, con riferimento ai contenuti esplicitamente connessi alle ipotesi di miglioramento di specifiche aree del proprio profilo di competenza, quali declinate al comma n. 129, art. 1 l. n. 107/2015 e successive circolari attuative. L’iniziativa è  supportata da un corredo di documentazioni rilevante.

Breve presentazione del relatore/formatore

Antonio Fundarò, uno dei venti finalisti italiani dell’atlante Italian Teacher Award a.s. 2019 – 2020, è dottore in “Scienze Politiche”, in “Scienze Giuridiche” e in “Scienze dell’educazione e della Comunicazione”; dottore di Ricerca in “Uomo e Ambiente”; in “Storia della Cultura e della Tecnica”; in “Frutticultura del Mediterraneo”.
È docente in convenzione di “Storia della Filosofia” nel Corso di Laurea in “Scienze e Tecniche Psicologiche” all’Università degli Studi di Palermo (dove ha insegnato, tra l’altro, “Scrittura della Lingua Italiana”), giornalista, formatore in numerosi ambiti territoriali.
È docente nelle scuole pubbliche italiane, in ruolo da 30 anni e nelle quali ha insegnato e insegna sia alla Secondaria di Secondo Grado (Discipline giuridiche ed economiche) che alla Primaria, sempre a tempo indeterminato. Collabora a riviste scientifiche italiane e straniere. Ha scritto più di 200 articoli scientifici e un centinaio di volumi.
Ha vinto, tra i tanti altri: il Premio della Cultura Unesco nel 2010; l’Oscar del Mediterraneo per la letteratura; il primo classificato del Premio Internazionale G. Bruno, per la raccolta di racconti “Oltre”.
É stato uno dei 50 migliori docenti italiani nel 2017 selezionato dal Ministero dell’istruzione.
È stato uno del 20 migliori docenti italiani, nel 2020, selezionato dal Ministero dell’Istruzione.